SCARICA MODELLO AL DETTAGLIO VICINATO

Naturalmente se l’industriale e l’artigiano vendono anche articoli da essi non prodotti, sono soggetti alla disciplina del commercio. Società ed Enti partecipati. Pagamento di diritti, oneri ed imposta di bollo. Modalità di richiesta ed erogazione Dichiarazione d’inizio attività ai sensi della L. Sedi e orari uffici comunali.

Nome: modello al dettaglio vicinato
Formato: ZIP-Archiv
Sistemi operativi: Windows, Mac, Android, iOS
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 5.56 MBytes

Professionali – Per il commercio alimentare è necessario uno dei seguenti requisiti professionali: Home Commercio al dettaglio in sede fissa esercizi di vicinato. Modello B – Segnalazione certificata di subingresso, cessazione, sospensione e ripresa, cambiamento ragione sociale di attività produttiva. Vicinaot e orari uffici comunali. Cessione dell’attività, copia dell’atto notarile Ricevuta di pagamento diritti sanitari all’ASL se previsto Ricevuta di pagamento Diritti di istruttoria Scheda 2 – SCIA – Requisiti morali e professionali per vendita e somministrazione di alimenti e bevande.

Modulistica unificata, ddettaglio sul possesso dettalio requisiti da parte degli altri soci Allegato A.

modello al dettaglio vicinato

Avvio, trasferimento e ampliamento dell’attività. L’intera superficie di vendita segue le norme relative al commercio al dettaglio.

Commercio al dettaglio in sede fissa (esercizi di vicinato)

Naturalmente se l’industriale e l’artigiano vendono anche articoli da essi non prodotti, sono soggetti alla disciplina del commercio.

Documentazione da presentare per il subingresso, la sospensione, la ripresa, il cambiamento della ragione sociale dell’attività. Ufficio competente per materia: Planimetria dei locali destinati ad attività produttive Ricevuta di pagamento diritti sanitari all’ASL se dwttaglio Ricevuta dettaglko pagamento Diritti di istruttoria Scheda 1 – SCIA – Attività di vendita, somministrazione e forme speciali di vendita Scheda 2 – Vicinati – Requisiti morali e professionali per vendita e somministrazione di alimenti e bevande Variazione dell’attività.

  MODULO ANF 43 DA SCARICARE

Attività economiche del Centro dettag,io Regolamento per la tutela e il decoro del patrimonio culturale del Centro Storico.

Salta al contenuto principale. Dichiarazione d’inizio attività ai sensi della L. Vicinqto il commerciante è una figura di operatore economico nettamente distinta dall’industriale e dall’artigiano i quali acquistano merci non per rivenderle ma per trasformarle in nuovi prodotti.

Commercio al dettaglio in sede fissa, esercizi di vicinato

Due copie con la data e il dettaglip di ricevuta verranno restituite al cittadino che dovrà conservarne una copia in negozio in quanto ha valore autorizzatorio. Area riservata Nome utente.

modello al dettaglio vicinato

Comunicazione di cessazione o sospensione temporanea di attività. Documenti da presentare 2 copie della comunicazione compreso le pagine non compilate degtaglio carta semplice corredata dei seguenti documenti: Non sono esercizi di vicinato Non sono esercizi di vicinato:. Non sono esercizi di vicinato: Requisiti dei locali Il locale deve avere destinazione d’uso commerciale al dettaglio.

Home Commercio al dettaglio in sede fissa esercizi di vicinato.

Guida all’accesso Guida alla firma. Documentazione da presentare per la cessazione dell’attività.

Commercio al dettaglio in sede fissa (esercizi di vicinato) | SUAP Gambolò

Modifica del ciclo produttivo o di aspetti merceologici Modulo: Quando la segnalazione certificata di inizio attività SCIA assume valenza giuridica? Il requisito professionale deve essere posseduto obbligatoriamente dal titolare, in caso di ditta individuale, dal legale rappresentante o socio vicinayo un dipendente in caso di società.

  BOLLETTINO COMPASS SCARICA

Dichiarazione da parte del notaio. Tutti i diritti riservati. Ufficio Relazioni con il Pubblico.

Form di ricerca

a Requisiti del richiedente Morali – Assenze di procedimenti penali e di cause di decadenza o sospensione ai sensi della vigente normativa antimafia e dall’art. Info Commercio al dettaglio in sede fissa: È commercio al dettaglio quello esercitato da chi acquista merci e le rivende moedllo al consumatore finale, cioè al pubblico in generale. Pagamento di diritti, oneri ed imposta di bollo.

Notifica sanitaria ai fini della registrazione allegata ad altra pratica. Progetto per lo sviluppo delle attività economiche negli ambiti dei settori Edilizia e Suap e della promozione del territorio Indirizzo Piazza A. Il locale deve avere destinazione d’uso commerciale al dettaglio.

Interventi disponibili all’interno dello sportello. Cambiamento di ragione sociale, modifica dei soggetti titolari dei requisiti morali modelo professionali, ripresa dell’attività.

work_outlinePosted in Piloti